Mia Martini Minuetto Testo, Eventi Oggi In Calabria, Gruppi Funky Anni 90, Charlie Charles Altezza, Ufficio Cementi Armati, Adorazione Dei Magi Riassunto, Sanzioni Inps Ritardato Pagamento Contributi Commercianti, Ugo Foscolo Pensiero E Poetica, Software Contributo Fondo Perduto, " /> Mia Martini Minuetto Testo, Eventi Oggi In Calabria, Gruppi Funky Anni 90, Charlie Charles Altezza, Ufficio Cementi Armati, Adorazione Dei Magi Riassunto, Sanzioni Inps Ritardato Pagamento Contributi Commercianti, Ugo Foscolo Pensiero E Poetica, Software Contributo Fondo Perduto, " />

INFERTILITA' BOLOGNA

DOTT.SSA BAFARO

colpo di stato iran 1953

By: | Tags: | Comments: 0 | 9 Gennaio, 2021

Il primo tentativo di golpe condotto da Gran Bretagna e Stati Uniti del 15 agosto 1953 – nell’ambito dell’Operazione Ajax – fallì miseramente: avvertito dell’imminente colpo di stato, Mossadeq fece arrestare decine di golpisti, ignorando gli ordini dello scià Mohammad Reza. Morì nel 1967. For many years, Iran has defined itself in part by its opposition to my country, and there is indeed a tumultuous history between us. The embargo had the effect of causing Iran to spiral into bankruptcy. La Casa Bianca aveva pubblicato alcuni documenti relativi al colpo di stato già nel 1989, ma ogni riferimento esplicito nei confronti della CIA fu censurato. [36], Il governo formò la SAVAK, una polizia segreta, in gran parte costituita da agenti addestrati negli USA. [1][2] Nel corso del XIX secolo, infatti, la Persia si trovò tra due imperi in espansione: quello russo e quello britannico. Youtube: Redazione italiana. Questo colpo di stato potrebbe essere costituito da diverse ondate; è successo in Iran nel 1953 [golpe contro Mossadeq ndr.]. Il movimento guerrigliero guidato da Sattar Kahn però lo depose nel 1910. [19], Nel 1952 l'embargo britannico sull'Iran si faceva pesantemente sentire. Il Dipartimento di Stato rifiutò la richiesta dei britannici, anche perché «gli interessi petroliferi internazionali degli Stati Uniti erano tra i beneficiari degli accordi che seguirono la nazionalizzazione». L'amministrazione Eisenhower vide l'operazione Ajax come un successo con «effetti immediati e profondi. [10] In pratica la nuova costituzione abolì la dittatura dando comunque allo scià un ruolo esecutivo, e non meramente cerimoniale. Appena finì di parlare un giornalista si alzò e urlò: «Noi e tutto il popolo iraniano sosteniamo il premier Mossadeq e la nazionalizzazione del petrolio!» Tutti i presenti iniziarono ad esultare e marciarono fuori dalla stanza, abbandonando Harriman scioccato e sgomento. Mossadeq indisse un referendum per dissolvere il parlamento e dare al primo ministro il potere di fare le leggi. Di conseguenza, quando lo scià era debole il governo era più democratico, mentre quando lo scià era forte, gli aspetti democratici del governo potevano finire in secondo piano. Il 21 marzo 1935 Reza Shah cambiò il nome del paese da Persia a Iran e la Anglo-Persian Oil Company venne rinominata quindi in Anglo-Iranian Oil Company. L'Iran chiese alla Anglo-Iranian Oil Company (AIOC) un'analisi della contabilità per stabilire se tutte le royalty erano state effettivamente pagate, ma la Compagnia oppose un rifiuto intransigente che infastidì il popolo iraniano. Il Regno Unito, che rappresentava l'AIOC, perse il caso. Nel 2000 il segretario di stato Madeleine Albright riconobbe il ruolo centrale del colpo di stato nelle problematiche relazioni tra Iran e USA e «si avvicinò alle scuse più di qualsiasi altro politico americano prima». Sfruttando il prevedibile disgusto degli iraniani per queste violenze e il loro timore del comunismo, degli infiltrati, spacciandosi per sostenitori dello scià, organizzarono manifestazioni contro il Tudeh. Browne, Edward G., "The Persian Revolution of 1905–1909", Mage Publishers (July 1995). Tens of thousands had lost their jobs at the Abadan refinery, and although most understood and passionately supported the idea of nationalisation, they naturally hoped that Mosaddegh would find a way to put them back to work. La nuova costituzione però diede allo scià anche molti poteri esecutivi, come la facoltà di emettere decreti reali (i firmani), di nominare o licenziare primi ministri (dopo un voto di fiducia del parlamento) e metà del senato (che però non venne convocato fino al 1949),[9] di presentare progetti di legge e di sciogliere il parlamento. Rather than remain trapped in the past, I have made it clear to Iran's leaders and people that my country is prepared to move forward. Allo stesso tempo il prezzo del petrolio ritornò sotto il controllo iraniano. [24] All'inizio dell'agosto 1952 iniziò ad appoggiarsi allo stato di emergenza per governare, facendo discutere i suoi sostenitori. Nel maggio 1901, durante la fase dell'Impero britannico nota come Grande gioco, il sovrano persiano Mozaffar al-Din Shah Qajar rilasciò una concessione sessantennale per la ricerca di giacimenti petroliferi al britannico William Knox D'Arcy in cambio dell'alleggerimento del debito verso la potenza europea in termini considerati sfavorevoli per la Persia. ", "While Mrs. Albright did not actually apologize". Il tentativo di Muhammad Mussadiq (Mossadeq), nominato Primo Ministro il 30 aprile 1951, era quello di «decolonizzare» e rendere più indipendente il paese dall’ingerenza straniera. Il presidente del parlamento, l'Ayatollah Kashani, principale sostenitore religioso di Mossadeq, stava diventando sempre più ostile a causa della riluttanza di quest'ultimo a trasformare l'Iran in uno Stato islamico, mentre Mossadeq si stava allontanando sempre di più da Kashani, che stava causando grande instabilità politica in Iran. «I mass media elevano l'ayatollah Abol-Ghasem Mostafavi Kashani a vero leader della campagna per la nazionalizzazione del petrolio, dipingendo Mossadeq come un semplice parassita dell'ayatollah». It glosses over such sensitive issues as the crucial participation of the U.S. ambassador in the actual overthrow; the role of U.S. military advisers; the harnessing of local Nazis and Muslim terrorists; and the use of assassinations to destabilize the government. had installed the shah," Mr. Weiner notes. L'impero britannico si stava costantemente indebolendo, e con un occhio alle crisi internazionali rivalutarono i rischi di essere associati agli interessi coloniali britannici. [25], Dopo un tentato assassinio nei suoi confronti e di uno dei membri del suo gabinetto ordinò l'incarcerazione di dozzine di oppositori politici, attirandosi l'accusa di essere un dittatore e di diffondere la rabbia nel popolo. Il Tudeh era allora ancora formalmente illegale, ma di fatto tollerato da Mossadeq e ben visibile nelle proteste e manifestazioni di piazza. Nonostante gli iraniani contro la monarchia lo considerassero “imposto dall'esterno”, lo scià durante tutto il suo regno continuò a pensare di essere sostenuto da praticamente ogni iraniano, e cadde in una profonda depressione quando grandi folle nel 1978 chiesero la sua espulsione. Nel giugno 2009 Barack Obama nel suo discorso all'Università al-Azhar a Il Cairo, in Egitto, ha parlato delle relazioni degli Stati Uniti con l'Iran, menzionando il ruolo degli USA nel golpe del 1953: «This issue has been a source of tension between the United States and the Islamic Republic of Iran. Il giorno successivo la nomina, il nuovo primo ministro Mossadeq firmò il decreto che nazionalizzava il petrolio iraniano (gestito attraverso la Anglo-Iranian Oil Company). Reza Shah aveva dichiarato la neutralità nella seconda guerra mondiale e provò a bilanciarsi tra le due maggiori potenze, i britannici e la Germania nazista. Decine di migliaia avevano perso il loro lavoro alla raffineria di Abadan, e anche se la maggior parte di loro capiva e sosteneva appassionatamente l'idea della nazionalizzazione, naturalmente tutti speravano che Mossadeq trovasse un modo di farli tornare al lavoro. This extremely important document is one of the last major pieces of the puzzle explaining American and British roles in the August 1953 coup against Iranian … Morì nel 1967. A questo punto entrò in azione la seconda parte del piano di Zahedi. © IL GIORNALE ON LINE S.R.L. [51][52][53]», «L'amministrazione Eisenhower credeva che le proprie azioni fossero giustificate da ragione strategiche, […] ma il colpo di stato è stato un chiaro ostacolo allo sviluppo politico dell'Iran. Il 31 luglio 1903 D'Arcy ritirò le sue proprietà finanziarie dalla Persia e le trasferì nella britannica Burmah Oil Company. L’operazione contro Mossadeq deve essere interrotta». Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione. Per raccontare quei giorni convulsi occorre fare prima un passo indietro. L'operazione angloamericana interruppe la spinta dell'Iran ad affermare la propria sovranità sulle proprie risorse e aiutò a porre fine ad un acceso capitolo della storia del movimento nazionalista e democratico del paese. Nel 1949 un membro del Partito Iraniano del Tudeh tentò di uccidere lo scià Mohammad Reza Pahlavi. Reza Shah iniziò una rapida ed efficace modernizzazione della Persia, che era finita per diventare uno dei paesi più poveri del mondo, ma fu anche un sovrano duro e intollerante nei confronti dei dissidenti. Come osserva Massimo Campanini, «esso rappresentò una provocatoria interferenza negli affari interni di un paese sovrano e comunque favorì la nascita di un regime dittatoriale, ma consono alla visione strategica dell’Occidente». Il primo ministro britannico Clement Attlee considerò di prendere con la forza la raffineria di Abadan, ma alla fine si limitò a stabilire un embargo da parte della marina inglese fermando tutte le petroliere che trasportavano petrolio iraniano considerandolo «proprietà rubata». 1956. Il volume retrospettivo fornisce nuove specifiche e intuizioni della operazione segreta. Eravamo tutti eroi.». 1.2015 Parigi, Chalmers Joihnson_Università San Diego in California, oriana fallaci, Papa Francesxco a Manila, Saddam Hussein e Kuwait, Terrorismo: Italia anni '70, Tiziano Terzani il 21 gennaio 2015 da ildamarino Essendo ormai in piena Guerra Fredda, avendo Mossadeq rifiutato ogni proposta di mediazione statunitense ed essendo Washington sempre più preoccupata che la crisi iraniana potesse spalancare la porta ai sovietici, la strategia britannica si rivelò vincente e nel 1953, con Eisenhower presidente, gli USA acconsentirono a fare un colpo di stato in comune con il Regno Unito. Mentre alcuni erano d'accordo con le sue politiche, sostenendo che erano necessarie dato che la Persia era scossa da tali disordini, altri le ritenevano ingiustificate. Il colpo di stato ha lasciato una profonda e duratura eredità. [14], Lo scià e il primo ministro erano antagonisti. But a reconstruction of the coup from other sources, especially from the archives of the British Foreign Office, indicates that this report is highly sanitized. Nel farsi carico dell'operazione gli statunitensi posero comunque come condizione la fine del monopolio della AIOC, che sarebbe stata affiancata dopo il colpo di Stato dalla Royal Dutch Shell, dalla Compagnie Française des Pétroles e dalle maggiori compagnie petrolifere USA. L'amministrazione di Eisenhower considerò il golpe un successo, ma a causa della sua «inquietante e terribile eredità»[29] è una posizione che oggi hanno in pochi. 67 anni fa, i servizi segreti americani e britannici organizzarono un colpo di stato in Iran che probabilmente cambiò per sempre le equazioni in Asia occidentale.. La storia, come spesso accade, inizia con il petrolio. Mossadeq venne destituito e scontò la pena agli arresti domiciliari fino alla morte, sopraggiunta nel 1967. I britannici ora dovevano affrontare un governo nazionalista eletto in cui Mossadeq, con un forte sostegno del parlamento e del popolo, chiedeva condizioni più favorevoli alle quali i britannici si opponevano vigorosamente. Nel 2000,l’ex Segretario di Stato Madeleine Albright dichiarò che « l’amministrazione Eisenhower credeva che le proprie azioni fossero giustificate da ragione strategiche, ma il colpo di stato è stato un chiaro ostacolo allo sviluppo politico dell’Iran. track record has encouraged many of our gravest contemporary problems... A generation of Iranians grew up knowing that the C.I.A. Mentre la costituzione diede allo scià il potere di governare direttamente, Mossadeq usò il solido blocco del Fronte Nazionale e il sostegno popolare votando per la nazionalizzazione del petrolio (appoggiata anche dallo scià) per impedire allo scià di agire. I primi indizi del colpo di Stato si sono avuti sabato sera, poco dopo le 23.30, allorché i carri armati hanno cominciato a rombare per le vie in direzione della residenza del Premier. [12], Reza Shah tentò di attenuare il potere delle forze coloniali in Persia, e in gran parte ci riuscì, ma aveva anche bisogno di aiuto per modernizzare il paese. Per la prima volta dal 1958, The Guardian ha fornito prove che dimostrano il ruolo di un ufficiale dell'MI6 nel colpo di stato del 1953 in Iran. In precedenza il Tudeh aveva denunciato Mossadeq, ma nel 1953 cambiarono idea e decisero di «sostenerlo». Non solo, il colpo di stato viene oggi considerato come un evento che contribui' alla rivoluzione islamica del 1979, che depose lo scia' filo-occidentale a favore di una Repubblica Islamica. Ci unimmo con i britannici per distruggerlo; ci riuscimmo, e da allora il nostro nome non è stato onorato in Medio Oriente».[33]. [14], Nell'elezione parlamentare del 1952 Mossadeq «aveva poco da temere da un voto libero dato che, a dispetto dei problemi del paese, era in larga parte ammirato come un eroe. Le forze di sicurezza dello scià arrestarono 4121 attivisti tra cui 386 impiegati, 201 studenti universitari, 165 insegnanti, 125 lavoratori specializzati, 80 lavoratori tessili, 60 calzolai e 11 casalinghe. Redazione. Dopo un colpo di stato militare, Mossadeq fu processato e rimase agli arresti domiciliari fino alla sua morte, 14 anni dopo. «Gli iraniani stavano diventando sempre più poveri ed infelici giorno dopo giorno» e la coalizione di Mossadeq si stava sfilacciando. Le circa mille pagine di documentazione declassificata sul caso sono state rese note dalla stessa agenzia governativa … Un resoconto di una delle principali spie dell'MI6 in Medio Oriente ha rivelato come la Gran Bretagna abbia cospirato con gli Stati Uniti per far cadere il primo ministro iraniano, Mohammad Mossadeq nel 1953. Nel 1953 Kashani gli voltò le spalle e sostenne il colpo di stato privando Mossadeq del supporto dei religiosi per darlo allo scià. Da molti anni l'Iran si distingue per la propria ostilità nei confronti del mio Paese e in effetti tra i nostri popoli ci sono stati episodi storici violenti. Sotto l'autorità di Zahedi l'esercito lasciò le caserme e disperse i comunisti, per poi creare scompiglio in tutti gli edifici governativi in sostegno dei manifestanti. [33], Fu il Tudeh a subire la maggior repressione. But the coup was clearly a setback for Iran's political development. In una recensione del libro Legacy of Ashes di Tim Weiner, lo storico Michael Breschloss ha scritto: «Mr. Questo però irritò Churchill, il quale non voleva che gli Stati Uniti indebolissero la sua campagna per isolare Mossadeq: «La Gran Bretagna stava supportando gli americani in Corea, ricordò a Truman, e aveva il diritto di aspettarsi che americani e inglesi fossero uniti sull'Iran». What is more, it places the coup in the context of the Cold War rather than that of the Anglo-Iranian oil crisis—a classic case of nationalism clashing with imperialism in the Third World.», «Il New York Times ha recentemente pubblicato un rapporto della CIA sulla deposizione angloamericana di Mossadeq, il primo ministro iraniano, nel 1953. L'embargo britannico dei porti iraniani significava che l'Iran era lasciato senza accesso ai mercati dove poteva vendere il suo petrolio. Cercò quindi di tenersi in equilibrio tra le varie potenze coloniali, specialmente impero britannico e Germania. Fu a quel punto che Stati Uniti e Gran Bretagna, attraverso l’Operazione Ajax, decisero di intervenire e orchestrare il colpo di stato militare. Nel 1941, dopo l'invasione nazista dell'Unione Sovietica i britannici, le forze del Commonwealth delle nazioni e l'Armata Rossa invasero l'Iran. Fratello del Segretario di Stato John Foster Dulles. Il generale Fazlollah Zahedi si nascose, mentre lo stesso scià fuggi in Italia. Il Fronte Nazionale esercitò grandi pressioni affinché l'assassino di Razmara, Khalid Tahmasebi, venisse rilasciato e perdonato, dando così prova dell'importanza del movimento nella scena politica iraniana. da TEHERAN - L’estate scorsa, pochi giorni dopo ferragosto, è uscita una notizia di quelle che meritano di non passare inosservate: a sessant’anni esatti dai fatti, la CIA ha per la prima volta ammesso apertamente la sua responsabilità nel colpo di stato che portò il 19 agosto 1953 al rovesciamento del governo del primo ministro… Era stata anche organizzata una forza militare per condurre una guerriglia nel caso in cui i comunisti del Partito Tudeh avessero approfittato del caos per cercare di prendere il potere. L'epica storia della corsa al petrolio, Mossadeq. da TEHERAN - L’estate scorsa, pochi giorni dopo ferragosto, è uscita una notizia di quelle che meritano di non passare inosservate: a sessant’anni esatti dai fatti, la CIA ha per la prima volta ammesso apertamente la sua responsabilità nel colpo di stato che portò il 19 agosto 1953 al rovesciamento del governo del primo ministro… Quando lo Reza Pahlavi ritornò in Iran venne salutato da una folla festante; scrisse nelle sue memorie che, ad oltre dieci anni da quando era diventato re, per la prima volta sentiva che il popolo lo aveva “eletto” ed “approvato”, e che aveva un mandato popolare “legittimo” per portare avanti le proprie riforme (anche se alcuni nella folla potevano essere stati corrotti). Questi aspetti contraddittori avrebbero causato tensioni in futuro. Gli iraniani erano scioccati dalla fuga dello scià, dall'arresto degli oppositori da parte di Mossadeq e temevano una possibile rivoluzione comunista; i nuovi golpisti capitalizzarono questi sentimenti, che vennero usati da Behbahani per scatenare contro Mossadeq una nuova ondata di proteste da parte dei religiosi.[9][12][14]. La costituzione, però, allora consentiva tale azione. Dopo l'incidente di Siakhal (1971) venne data carta bianca al SAVAK per torturare i dissidenti con la «forza bruta» che nel corso degli anni «aumentò vertiginosamente», ed almeno cento persone vennero giustiziate per ragione politiche durante il ventennio di governo Pahlavi. Durante gli anni quaranta non assunse un ruolo indipendente nel governo, e gran parte delle politiche autoritarie del padre non vennero reiterate; di conseguenza la democrazia venne effettivamente ripristinata in questo periodo.[9][10]. It billed the report as a secret history of the secret coup, and treated it as an invaluable substitute for the U.S. files that remain inaccessible. Il colpo di Stato del 1953 fu il peccato originale che avvelenò le relazioni Usa-Iran. [14], Preoccupato per gli interessi britannici in Iran e, grazie al Tudeh,[9] facendo credere che dietro il nazionalismo iraniano ci fossero davvero i sovietici, il Regno Unito convinse il segretario di stato statunitense John Foster Dulles che l'Iran stava cadendo in mano all'Unione Sovietica, e che proprio il confine con l'URSS rendeva strategicamente appetibile un Iran filo-americano che si aggiungeva alla Turchia, membro della NATO e anch'essa confinante con i sovietici. In quaranta, tra cui Khrosow Roozbeh, vennero giustiziati,[9][12] altri quattordici morirono torturati e più di 200 vennero condannati all'ergastolo. Entro il 1973 lo scià aiutò a progettare una crisi petrolifera che risultò in un massiccio afflusso di ricavi petroliferi e una rapida espansione socioeconomica del paese. Ed è facile capire perché oggi molti iraniani continuano ad essere infastiditi da quest'intervento da parte dell'America nei loro affari interni.». Rapidamente organizzò un'assemblea costituente con il compito di modificare la costituzione per aumentare i propri poteri e fondò il senato iraniano, previsto dalla costituzione del 1906 ma mai convocato; lo scià aveva il diritto di nominare metà dei senatori ed egli scelse quelli che erano più allineati alle sue idee.[9]. Il 16 giugno del 2000 il New York Times ha pubblicato un rapporto segreto della CIA intitolato Clandestine Service History, Overthrow of Premier Mossadeq of [9][12][14], Zahedi, che era ancora a piede libero, si incontrò in segreto con l'ayatollah Mohammad Behbahani e con altri sostenitori dello scià, elaborando un nuovo piano che venne finanziato dalla CIA con i cosiddetti «Behbahani dollars». 's Missteps, From Past to Present", Consiglio dei Guardiani della Costituzione, International Journal of Middle East Studies, "U.S. Comes Clean About The Coup In Iran", "Rapport om Irans kärnprogram försvagar Bushs argumentation", Colpo di Stato in Cecoslovacchia del 1948, Guerra d'indipendenza della Guinea-Bissau, Guerra del Vietnam (periodo Kennedy-Johnson), Conflitto della zona demilitarizzata coreana, Invasione del Patto di Varsavia della Cecoslovacchia, Conflitto della frontiera tra Yemen del Nord e Yemen del Sud, Ribellione in Yemen del Fronte Democratico Nazionale, Psichiatria repressiva in Unione Sovietica, Boicottaggio delle Olimpiadi estive del 1980, Insurrezione dell'esercito di Resistenza del Signore, Rivoluzione democratica della Mongolia nel 1990, Sovranità di Puerto Rico durante la guerra fredda, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Operazione_Ajax&oldid=117343914, Colpi di Stato promossi dagli Stati Uniti, Template Webarchive - collegamenti a WebCite, Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, Errori del modulo citazione - date non combacianti, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Nazionalizzazione del petrolio da parte dell'Iran, "[Albright] medger USA:s roll i störtande av Mossadeq 1953, men ger ingen ursäkt." Secretary Albright's Speech regarding Iran, Il Premio. [32], Il giudice della Corte Suprema William O. Douglas, che visitò l'Iran prima e dopo il colpo di stato, scrisse che «quando Mossadeq e la Persia iniziarono a fare delle riforme di base, ci allarmammo. [6][9], La notizia dell'arresto venne divulgata in Iran dalla CIA e negli Stati Uniti dal New York Times. [9] Il figlio ventiduenne, Mohammad Reza Pahlavi, divenne scià. Per la metà degli anni settanta l'«alleato» dello scià divenne sempre più diffidente e il presidente Jimmy Carter ritirò il sostegno americano quasi completamente quando le proteste di Khomeyni imperversarono in tutto l'Iran nel 1978, aiutando così a segnare il destino dello scià e dell'Iran. Glissa su questioni decisamente sensibili come la partecipazione dell'ambasciatore statunitense alla deposizione vera e propria, il ruolo dei consiglieri militari statunitensi, la collaborazione con nazisti locali e terroristi islamici e l'uso di assassinii per destabilizzare il governo. In quel momento Mossadeq e Kashani erano alleati per convenienza (lo rimarranno fino al 1953): a Mossadeq faceva comodo il potere di Kashani di mobilitare le «masse religiose», mentre Kashani voleva che Mossadeq creasse uno Stato islamico. [9][10] La principale ragione dell'invasione fu quella di assicurarsi i giacimenti petroliferi iraniani e la ferrovia transiraniana, in modo da garantire rifornimenti all'Unione Sovietica. Zahedi divenne il nuovo premier e Mossadeq fu condannato a 3 anni di carcere (successivamente esiliato a vita). [47], Kinzer ha scritto che l'operazione Ajax è stato il primo colpo di Stato orchestrato dalla CIA ai danni di un governo civile eletto democraticamente. Scioccato dall'esperienza ed incoraggiato dalla solidarietà che gli fu pubblicamente espressa lo scià assunse un ruolo politico sempre più attivo. [45] Un mese dopo Kashani «andò anche oltre dichiarando che Mossadeq meritava di essere giustiziato perché aveva commesso l'offesa più estrema: ribellarsi allo scià “tradendo il paese e violando ripetutamente la legge sacra”»[46], Mahmood Kashani, il figlio di Abol-Gashem, è «uno dei più alti membri dell'attuale élite governativa»[47] e per due volte il Consiglio dei Guardiani della Costituzione ha approvato la sua candidatura per la presidenza. Quest'ultimo, a differenza di suo padre, fu inizialmente un leader debole e a tratti indeciso. Nel bel mezzo della Guerra Fredda, gli Stati Uniti hanno avuto parte nel rovesciamento di un governo iraniano democraticamente eletto. La casa di Mossadeq venne presa d'assalto dai militari[5] (che spararono anche una granata) ed egli fuggì, per poi consegnarsi spontaneamente, essendosi rifiutato di reagire ulteriormente ai golpisti per evitare ulteriori spargimenti di sangue. Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha rilasciato una compilation ufficiale tanto attesa di documenti de-classificati attinenti al colpo di Stato del 1953 in Iran. Principali tappe storiche dell’Iran contemporaneo • La Rivoluzione costituzionale (1905-11) • Ascesa al potere di Mohammad Reza Palhavi (1941) • Colpo di Stato del 1953: caduta di Mossadeq • Autoritarismo, militarismo e secolarismo • Rivoluzione iraniana (1979) e islamica (1981) 7 • … [42] In ogni caso Mossadeq rimane una figura storica popolare tra le opposizioni iraniane; una sua immagine è uno dei simboli del Movimento Verde. [49], Un governo filoamericano in Iran raddoppiò i vantaggi geografici e strategici degli USA in Medio Oriente, dato che, come la Turchia (anch'essa parte della NATO), l'Iran confinava con l'Unione Sovietica.[50]. Conta su di noi La CIA ebbe un ruolo centrale nel colpo di stato militare in Iran nel 1953 che destituì il nazionalista Mohammad Mossadeq. A quel punto la Gran Bretagna decise di boicottare commercialmente l’Iran ma Mossadeq proseguì, nonostante le difficoltà economiche, nelle sue riforme e nella direzione di indebolire la monarchia.

Mia Martini Minuetto Testo, Eventi Oggi In Calabria, Gruppi Funky Anni 90, Charlie Charles Altezza, Ufficio Cementi Armati, Adorazione Dei Magi Riassunto, Sanzioni Inps Ritardato Pagamento Contributi Commercianti, Ugo Foscolo Pensiero E Poetica, Software Contributo Fondo Perduto,

Leave a Reply